Recipes with Basil: Pesto and Pasta

Pesto is one of the great recipes with basil the Italian tradition has brought all over the world! Our pesto recipe is the very traditional one, straight from the regional recipe book of Liguria

Basil makes great dressing, and a ton of other great things, too. For example, did you know that basil leaves are very good for your skin?

The best part is that it’s very easy to grow it in a pot, so even if you live in a unit and all you’ve got is a tiny balcony don’t give up on the opportunity of having your home-grown basil. Have a look here for gardening tips, it’s really a no brainer!

Before we get to our pesto, I’d like to give you a little bonus basil recipe: it’s basil infused olive oil – so useful and delicious! In a small jar pour some extra vergin olive oil, then add halved basil leaves: done 🙂 Keep it on the shelf for a few days, then enjoy your basil oil with veggies
INGREDIENTI

50 gr basil from the garden
2 cloves of garlic
15 gr pine nuts
70 gr Parmigiano Reggiano
30 gr Pecorino
100 ml Evoo
A pinch of rock salt

Pesto genovese

PREPARAZIONE

1. Per prima cosa lavate le foglie di basilico e fatele asciugare perfettamente. Questo passaggio va fatto con delicatezza, perché se le foglie si stropicciano o si spezzano risulteranno annerite e renderanno amaro il sapore del pesto.
2. Utilizzate un mortaio di marmo e un pestello di legno, con i quali ridurrete in poltiglia per primi i due spicchi d’aglio sbucciati e qualche grano di sale.
3. Aggiungete quindi le foglie di basilico e il sale rimanente, e con movimenti circolari continuate a pestare: vedrete che dal basilico uscirà un liquido verde vivido, è questo il momento di mettere i pinoli.
4. Infine, continuando a mescolare, aggiungete i formaggi grattugiati e l’olio, a filo, poco alla volta. Il tempo dedicato al “pestaggio” dovrebbe essere il minore possibile, solo così eviterete che il basilico e gli altri ingredienti si ossidino.
5. condite abbondantemente la pasta allungando il vostro pesto con un cucchiaio di acqua di cottura, in modo da renderlo cremoso ed avvolgente.

Pesto genovese

CONSIGLI

Se non avete mortaio e pestello potete ricorrere a questi trucchi: azionate alla velocità più bassa e frullate a scatti per non far alzare la temperatura del composto, ponete il recipiente e le lame del frullatore in frigorifero per un’ora prima di iniziare a preparare.
Potete conservare il pesto in frigorifero fino a dieci giorni coperto di olio di oliva in superficie. Oppure potete metterlo in freezer e poi scongelarlo a temperatura ambiente.

VINI IN ABBINAMENTO

Il vino perfetto con un buon piatto di trofie al pesto sarà un Bianco Fermo, di medio corpo, possibilmente prodotto in Liguria, come un Colli di Luni Vermentino superiore Doc o un Pornassio Superiore Doc.

Copyright: Live Italian.

Photo by: Emanuela Laria for Live Italian

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *